La Rai Nazionale ritorna in Molise con Geo & Geo per riprendere terre e sapori di vero turismo esperienziale

La Rai Nazionale ancora in Molise. Una ricerca dal vero sapore della genuinità della gente, del cibo e dell’ambiente molisano. Macchiagodena, Frosolone, Roccamandolfi, San Massimo/Campitello Matese, la polenta Campione del Mondo e non finisce qui !

Veduta del Matese da Macchiagodena (IS) MOLISE – ph Maria Vasco © Moliseinvita.it

Un fine settimana, in un febbraio molisano intenso ed un tantino freddoloso, ha visto due troupe della Rai, capeggiate dal regista Riccardo BARBIERI, godersi un Molise diverso, un Molise pieno di profumi, di talenti, di aria, neve e tanta cordialità, per la produzione di vari documentari che verranno trasmessi prossimamente su scala Nazionale dalla Rai.

Una sequenza di immagini che lasceranno indelebile segno di un Molise che è il vero Molise: il Molise vero è quello che si vive e si fa vivere facendolo assaporare, facendolo vivere, facendolo amare.

Due troupe in giro per il Molise Matesino alla ricerca di peculiarità indiscusse ed unico vero volano di trasporto emozionale per un ritorno ad un turismo esperienziale che ridia voce ad un territorio che perde visibilità, voce, abitanti e numeri, quei numeri che tutti decantano e che rendono il Molise una landa desertica che respira appena ma che, ogni volta che si sente morire, miracolosamente grazie ad associazioni ed a gente che vive il territorio 24 ore su 24, rivive ed inizia a far sentire forte il suo cuore.

E, grazie ad artigiani, operatori, contadini, allevatori,  persone che credono fermamente che restare non è un disdegno, ma un onore, la troupe televisiva Rai ha potuto vivere quanto di più vero il Molise può e sa offrire.

Il profumo del Pane di Macchiagodena ha inebriato le telecamere grazie al lavoro certosino e manuale del Forno De Cesare che per l’occasione ha visto ospite gradito il Bobo Nazionale venuto per l’occasione a dar manforte ad una produzione che ha vinto ogni premio dedicato al cibo più famoso ed indispensabile al mondo, il latte dell’Azienda Antonio Barile ha fatto si che il caseificio artigianale Caciocavallo del Molise potesse esprimersi al meglio nella preparazione del caciocavallo nostrano, come il paese di Macchiagodena con la sua terrazza sul Matese, ha manifestato tutta la sua gioia nel far goder di un paesaggio mozzafiato e senza limiti di spazio.

Così pure Frosolone con i suoi artigiani del rame nel preparare il Paiolo per poter permettere agli amici della Polenta di Macchiagodena, dopo un viaggio di 13 km in Motoslitta per arrivare da Campitello Matese alla Gallinola in una Baita immersa nella neve fresca che non ha mai fatto mancare il suo splendore, anche sé avvolta da una fitta nebbia, di preparare la miglior polenta al Mondo , profumata, setosa e di un gusto incommensurabilmente vellutato con i suo condimento di baccalà, peperoni, caciocavallo grattugiato, cipolla fritta, salsiccia e sugo bollito per almeno 8 ore.

Una Montagna che ha accolto ed avvolto, per bellezza e nebbia fitta, le troupe che dopo aver assaporato il Pianoro di Campitello di Roccamandolfi ed entusiasmati da una animazione dettata dal galoppo dei cavalli dell’ Associazione Samarcanda con a capo Remo Muccilli e Vitalino Scasserra, dallo sci alpinismo degli amici di Tonino Masucci, Michele Carnevale,Antonello Martelli, Victor Rizzi, ai ciaspolatori ed allo staff del rifugio, Luigi Del Riccio, Kimberly Baccaro, Zaira Gianfrancesco, Sebastiano Pinelli, Pio Liberatore, Pietro Ricciardone, Pierpaolo Iannitelli, Giuseppe Scasserra, Pierluigi D’Angelo, Ivan Di Marco, instancabili e presenti in ogni occasione, dai piatti prelibati del rifugio quali il pan cotto, il caciocavallo impiccato, le lumache, accompagnati dal vino simbolo del Molise, la tintilia, ha stupito per bellezza e completezza di paesaggio una volta arrivati con mezzi da neve e motoslitte, grazie a Molise Extreme team ed a DGA Funivie di Gino De Gregorio, coadiuvati dalla Proloco di San Massimo, nel pianoro più bello e significativo del Matese, la Gallinola con la sua Baita ed il suo personale dal sapore tradizionale ed ospitale.

Una dettagliata fase di lavorazione della polenta ha assorto la troupe, in un lavoro di grande professionalità con attori quali il patron del gruppo Felice che, ha assunto le sembianze di un attore nato.

Un mare di sorprese e di sapori straordinariamente agitati che hanno inebriato la montagna e le persone che erano ospiti occasionali della Baita in cui la polenta Macchiagodenese ha avuto il suo brillar di luce e di sonorità indescrivibili.

Una ricerca dal vero sapore della genuinità della gente, del cibo e dell’ambiente Molisano. Il Molise che rende uniche le cose Uniche e che rende partecipe della sua forza e della sua potenzialità chiunque lo viva.

La regia di Riccardo Barbieri ha fatto il resto e la collaborazione con i Borghi d’Eccellenza coordinato da Maurizio Varriano si fa sempre più stretta e sempre più prolifera di grandi emozioni. Tale dirompenza permetterà di ospitare ancora Riccardo e le sue troupe Rai, partendo da scenari e da musiche, dal sapore e dal ritmo tutto Molisano. Un grazie al maestro Claudio Luongo, che non dimentica mai il Molise e che, come sempre, delizierà dei documentari della sua fantastica musica ed il quale non è voluto mancare alle riprese. A presto in tv ed alla prossima fra breve con un unico #orgogliosamentemolisani…

Fonte: Comunicato Borghi d’Eccellenza

Fonte immagini: Comunicato Borghi d’Eccellenza – Maria Vasco © Moliseinvita.it

>> VISITA ANCHE LA GALLERIA DELLE VETRINE & TERRITORIO SCELTE DA MOLISEINVITA

 

[fb_button]

 >> QUESTO ART. E’ PRESENTE  NELLA SEZIONE NEWS MOLISEINVITA 

>> TORNA ALLA HOME PAGE di MOLISEINVITA