Il Fratino in Molise: segno di spiagge pulite e biodiversità protetta.

– Tempo stimato di lettura: 3 minuti –

Lo sapevate che secondo un’antica leggenda il fratino aveva poteri magici di guarigione?

Liberava il malato da malattie mortali e da influenze negative. Pare inoltre che visitasse solo i giardini dei re.

Dalla leggenda ai tempi di oggi, il fratino, piccolo trampoliere e veloce corridore sulla sabbia, è un tenerissimo uccello che frequenta le spiagge molisane.

Ma qual’è la sua vera caratteristica? Il fratino è una di quelle specie preziose che se ne intendono davvero di litorali tanto che scelgono le spiagge più pulite in Italia per nidificare.

Come riconoscerlo? Si mimetizza con la sabbia e i detriti naturali depositati dalle mareggiate dove scava una piccola buca e vi depone le uova (generalmente tre), perfettamente mimetiche, che la coppia dei genitori cova amorevolmente per quasi un mese.

Dunque attenti ai nidi sulle spiagge: se notate la presenza di questa tenera creatura o di un suo nido sulla sabbia significa che state camminando su un sito ambientale ben tutelato e conservato.

Ed è per questo che è divenuto simbolo di un legame sano tra uomo e natura: tra le abitudini rispettose dell’uomo, attraverso turismo e antropizzazione, e i delicati equilibri della biodiversità. Lungo il tratto costiero, alla base della spiaggia e davanti alle dune, che sono la destinazione preferita per il fratino, possiamo riconoscere così dei veri e propri paradisi terrestri!

Nel Molise a prendersene cura ci hanno pensato i volontari dell’Associazione Ambiente Basso Molise, presieduta da Luigi Lucchese.

Questi volontari, che definirei angeli della Natura, hanno così ben compreso l’importanza di una specie protetta e il valore ambientale che il fratino rappresenta per la conservazione delle aree naturali sulle spiagge, che invitano tutti i visitatori a segnalare loro la presenza di un nido sul loco. Con esemplare volontà gli associati si preoccupano sin dall’inizio della primavera di monitorare e sorvegliare i nidi e i pulcini (pulli) esercitando inoltre un’intensa attività di sensibilizzazione sul territorio, sia verso le istituzioni che verso gli operatori turistici e i cittadini.

E… come risaputo, la collaborazione sinergica tra attori e fruitori di un territorio dà sempre buoni frutti!

L’impegno di questa associazione è gratuito e si avvale di esperti/professionisti dell’ambiente volti a proteggere e salvaguardare una specie che purtroppo sta andando in estinzione.

Così che il “valore fratino” è assurto a interesse comunitario al punto che dal 2016 la Fee (Fondazione per l’Educazione Ambientale) ha inserito la tutela del fratino tra i parametri per l’assegnazione della Bandiera Blu: il riconoscimento assegnato ai comuni per le spiagge e mare pulito.

Ma i risultati ottenuti non bastano, c’è ancora tanto da fare. La strada… anzi la spiaggia è lunga e merita davvero l’attenzione e la sensibilità di tutta la comunità sia stanziale che turistica.

Il messaggio che se ne ricava è che le spiagge non rappresentano solo un luogo di assalto turistico e vacanziero di massa, ma un itinerario di bellezza naturale e incontaminato, da difendere da ogni tipo di intervento meccanico che lo deturpi.

Per il bene del Pianeta e per una sana convivenza tra uomini e natura è possibile armonizzarsi con questi principi vitali, anche in un contesto complicato come quello che stiamo vivendo tutti a causa del coronavirus.

Turismo ed ecosistema ancora una volta possono dialogare in un perfetto equilibrio se solo prestiamo ascolto alla voce salvifica della Natura.

Il primo nido di fratino, trovato in Molise a Petacciato Marina CB il 25 aprile scorso, non solo ha aperto la stagione, ma ha dato il via ad una speranza: un messaggio di rinascita in un periodo tanto delicato e difficile come quello che sta attraversando ora l’intero Pianeta.

Lo diceva Voltaire ed aveva ragione… e direi oggi ancor più attuale che mai : “Gli uomini discutono, la natura agisce.”


Scritto da Mariella Vasco © Fondatrice Moliseinvita

Fonte immagini: Ph Luigi Lucchese | Associazione Ambiente Basso Molise (339 7517 592  ambientebm@gmail.com) – Ph Mariella Vasco © Fondatrice Moliseinvita

>> VISITA  ANCHE LA GALLERIA DELLE VETRINE & TERRITORIO – ATTIVITA’ SCELTE DA MOLISEINVITA

CONDIVIDI CON NOI QUESTO ARTICOLO E LASCIA PURE UN TUO COMMENTO SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK